BUONA GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA - 2020

Oggi è la giornata mondiale della terra, il cinquantesimo anniversario della manifestazione dedicata a Gea, un pianeta unico nell'Universo fino ad ora conosciuto. Tutto attorno è buio mentre la nostra casa è luminosa e viva.

Cosa fare per evitare che anche questa giornata passi senza lasciare una traccia importante nei nostri percorsi?

Cosa possiamo fare noi oltre alle manifestazioni, (quest'anno virtuali) oltre alle parole, oltre alle buone intenzioni?

L'ho scritto anche l'anno scorso: possiamo e dobbiamo cominciare a cambiare noi stessi. Anche noi siamo la causa del cambiamento.

Dato che la politica risponde alle pressioni, noi cittadini dobbiamo esigere che i governi attuino da subito le misure indispensabili verso le generazioni attuali e future di tutti gli esseri viventi. 

Anche ognuno di noi deve cambiare i propri comportamenti. Abbiamo una straordinaria occasione per farlo e non possiamo sprecarla.

Dobbiamo aumentare l'educazione verso i bambini, futuri cittadini del mondo.

Dobbiamo guardarci intorno, ascoltare e vedere i meravigliosi colori e suoni della Natura.

Dobbiamo finalmente capire che il mondo non ci è stato dato dai nostri padri ma lo abbiamo ricevuto in prestito dai nostri figli.

Ecco cosa puoi fare da subito:

  • Puoi consumare meno plastica usa e getta;
  • Puoi piantare un albero;
  • Puoi pulire la tua strada,
  • Puoi girare per la tua città con un sacchetto e un paio di guanti raccogliendo i rifiuti che trovi per strada;
  • Puoi usare meno l’auto, mangiare prodotti locali, consumare meno carne, risparmiare l’acqua appena puoi.

Ma soprattutto puoi e, lo ribadisco devi, insegnare a tuo figlio a rispettare l’ambiente, tutte le persone e tutti gli esseri viventi

Sodales è una comunità di tante persone. Ecco alcune testimonianze su questa giornata!

-----

La Terra ci ha chiamato, più forte che mai, a restituirle metaforicamente tutti i respiri che le abbiamo rubato. Uniamoci oggi in un Unico grande soffio di Amore, alimentiamo con il rispetto e la condivisione le radici del nostro pianeta e del nostro futuro (Patrizia)

-----

Grazie a te grande e solitario albero della mia Normandia, hai condiviso gli strilli di gioia di mia mamma bambina, poi ancora pochi anni fa, hai protetto generoso le sue ceneri come fossi una culla. Grazie a tutti gli alberi e cespugli del mio piccolo giardino, mi fanno sentire ancora attaccato alla vita in un tempo che sembra sottrarci vita... (Jerome)

----

L'umanità soffre ed è costretta a ritirarsi nelle "tane" mentre la natura gode del silenzio e della libertà di occupare nuovi spazi. Speriamo che questa esperienza di quarantena ci aiuti a riflettere sul senso della nostra esistenza e ci insegni a distinguere i bisogni veri dal superfluo che non ci ha mai dato la felicità ma in compenso ha causato tanti danni. (Gloria)

-----

Basta poco, cambiare si può! Vogliamo farlo ora, dobbiamo farlo tutti! (Faber)

------

UN MONDO IN PRESTITO - Mai come oggi questa frase ha così tanta importanza. Siamo caduti e siamo ancora a terra ma il nostro pianeta, i nostri animali ci stanno dicendo…potete rialzarvi! Mai come oggi da 30/40 anni a questa parte l’inquinamento atmosferico si è abbassato... e allora continuiamo ad essere virtuosi, cambiamo la nostra cultura comportamentale ed insegnamo la strada giusta ai nostri figli.

Rispettare chi ci ospita,  goderne le bellezze, non è un dovere ne' un diritto, ma solo un piacere!

Aiutiamoci, aiutiamo MADRE TERRA (Fabio)

-----

I peperoncini che ho rinvasato, senza speranza (non ho il pollice verde), dopo quasi tre anni dalla morte di mio babbo -erano i suoi- stamattina mi hanno dato un segno di speranza. Credo sia un buon messaggio... (Sara)

----

Per me non c'e' più grande soddisfazione che cercare e trovare quelle piante buttate come rifiuti ai margini di una strada, ripiantarle in un vaso pubblico, accudirle e vederle fiorire. Penso che sia un modo di ridare la giusta dignità ad un essere vivente e tutelare il bene comune! Le piante contorte profumate e resinose, la spuma del mare che brilla fra i sassi cocenti, i gabbiani assolati, ecco, penso che stessero aspettando l'azzurro e il verde del rosmarino ritrovato...

(Giuliana)

----

La maestosità degli alberi è qualcosa che affascina e il vento che corre tra le loro foglie è un sospiro che ascolto sempre con grande attenzione

(Giada)

    

(Sara)                   (Giovanna)

-----

  

(Assya)                                           (Il Mandorlo di Andrea)

----

(Giada)

----- 

  

(Adriana)                                          (Roberta)

----

(Anto -  Il profumo e la bellezza - Ocinum Basilicum)

  

                           

 

 

Tags

Back To Top