BUONA GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA - 2021

Oggi è la giornata mondiale della Terra. Vi saranno celebrazioni, discussioni, e tanti articoli (compreso il presente) sulla necessità di riconvertire il sistema produttivo economico per evitare la catastrofe.

Sempre più persone autorevoli si soffermano in questo giorno ad evidenziare che occorre destinare i contributi che arriveranno dalla Unione Europea per riconvertire le aziende e che occorra spingere su un cambio di paradigma a livello sociale, economico politico ed istituzionale.

Anch’io mi associo su tali aspettative (destinare i fondi del Recovery Plan alla riconversione ecologica, potenziare la raccolta differenziata, disincentivare lo spreco a partire dall’usa e getta, accelerare sulla economia circolare, disincentivare l’uso dei mezzi privati, potenziare la mobilità sostenibile e ancora incentivare la transizione energetica,  promuovere la decarbonizzazione, incentivare le fonti rinnovabili, eccetera).

Io so che quest’anno è come l’anno scorso più la pandemia che non molla la presa. Abbiamo quindi non solo perso un anno ma tutto è peggiorato. Il 2020 è stato l’anno più caldo mai registrato assieme al 2016, gli incendi sono aumentati, la concentrazione da anidride carbonica è aumentata, eccetera

Quest’anno pianterò un albero come sempre per questi eventi.

Sono giornate commemorative dove si vive in una bolla, in una parentesi. Tutti facciamo penitenza, ci confessiamo come eco peccatori per poi riprendere il nostro stile di vita insostenibile dall’indomani anzi dal pomeriggio dello stesso giorno commemorativo.

E’ come se a un condannato al plotone di esecuzione per crimini contro l’umanità non concedessimo l’ultima sigaretta perché fa male alla salute.

Ebbene al muro ci sono i nostri figli e i soldati del plotone siamo noi.

Io credo che dobbiamo cambiare stile di vita non da oggi ma da ieri, anzi avremmo dovuto farlo da decenni perché tutto questo si sapeva da tempo ma non abbiamo mai voluto affrontare la verità, per negligenza, per sciatteria, per calcolo o chissà.

La verità infine penso che sia questa: o fai di tutto per vivere o fai di tutto per  morire (Red)

Tu da che parte vorrai stare?

Fabrizio

Tags

Ultimi Post

Cresce il Bosco del Ricordo  25 Novembre 2021
Meli al Bizzozero  24 Novembre 2021

Social

Back To Top